Salute

CASAGIT: INFORMAZIONI UTILI SU TABELLE E RIMBORSI di Costantino Muscau

Cari colleghi, ma soprattutto care colleghe, il biblico <partorirari con dolore> e’ stato da tempo superato, ma a che prezzo!

 

E’ giusto pagare 16 mila euro per un cesareo? E 10 mila per un parto naturale? Sono queste le cifre richieste da qualche clinica alla proposta del pacchetto offerto da Casagit. Un pacchetto che non deve diventare un… pacco, perciò vi chiedo un momento di attenzione. Dal mese di marzo sono cambiate diverse cose nel funzionamento dei servizi Casagit.

 

Avete ricevuto a casa una circolare inviatavi da Roma con tutte le novità. Vi prego di leggerlo attentamente.

 

L’aspetto più delicato di tutta la manovra riguarda però un gruppo di prestazioni chirurgiche, il cui elenco troverete qui sotto. Ebbene questi interventi d’ora in poi costano più o meno a seconda delle struttura in cui saranno effettuati.

Mi spiego meglio.

La Casagit ha proposto alle cliniche e ospedali della Lombardia un pacchetto: questi 19 interventi a queste cifre. Chi accetta la proposta non farà pagare niente al socio, cioè a tutti noi. Fino a questo momento le strutture che hanno accettato il pacchetto Casagit sono l’ospedale Niguarda, la clinica San Carlo, via Pier Lombardo 22 (Milano),(questa non ha il reparto maternità).

(La clinica Iseni di Lonate Pozzolo (Varese) e il Centro Diagnostico di Milano sono disposti ad accettare il pacchetto, la trattativa – mentre vi scrivo – e ben avviata e a breve potrebbe concludersi positivamente. State in contatto coi nostri uffici). (Milano@casagit.it)

 

 

Altre strutture sanitarie (il Gruppo Humanitas,comprendente anche la clinica Gavazzeni di Bergamo; la Multimedica, cui appartengono Sesto, Castellanza e l’ospedale S. Giuseppe di via San Vittore a Milano, la San Camillo, la Capitanio, la San Pio X, lo IEO) hanno accolto parzialmente la proposta nel senso che accettano le tariffe casagit, ma maggiorate. In questo caso la differenza economica è a carico dell’assistito.

 

 Ecco due esempi

__________________________________________________________________________

TABELLA INTERVENTI CHIRURGICI CON RIMBORSO FORFETTARIO Ist. HUMANITAS Milano

__________________________________________________________________________________________________________________

Codice         Importo Casagit  Adesione struttura Proposta importo struttura   Differenza a carico

e Descrizione                                                                  del socio   

_______________________________________________________________________________________________

 

01130011

dentonsillectomia 2.850,00       sì        4.310,00               1.460,00

 

01130022     

Alluce valgo

(monolaterale)    € 3.100,00       sì     4.452,00                1.352,00

 

01130033

Alluce valgo      € 3.880,00       si      6.945,00               3.065,00

bilaterale

01130044

Appendicectomia  € 3.620,00       sì      5.919,00               2.299,00

 

01130055

Artroscopia

con meniscectomia

interna o esterna  € 4.390,00   sì          5.298,00             908,00

 

01130060

Artroscopia

con plastica

dei legamenti    € 5.685,00  si           8.318,00                 2.633,00

 

01130066

Asportazione

di cataratta

con introduzione

di cristallino  € 2.590,00    si       4.150,00               1.560,00

 

01130077

Colecistectomia

laparoscopica   € 5.430,00    si      7.236,00               1.806,00

 

01130088

Emorroidectomia € 3.650,00    si    4.111,00                  461,00

 

01130099

Ernia Discale   € 7.230,00  si     9.206,00                  1.976,00

 

01130100

Ernia

Inguinale

semplice   € 3.360,00    si   3.983,00                     623,00

 

01130110

Fimosi  € 1.550,00     si    2.048,00                      498,00

 

01130120

Fistola

Anale  € 3.360,00    si    4.312,00                        952,00

 

01130150

Parto

per via

naturale € 3.615,00              NO                                      ///

 

 

01130180

Raschiamento

endouterino

diagnostico

e terapeutico € 2.065,00    si   2.502,00             437,00

 

 

01130200

Rinosettoplastica

funzionale   € 4.135,00    si   6.293,00             2.158,00

 

01130210

Safenectomia

(monolaterale)  € 3.100,00  si  4.512,00             1.412,00

 

01130220

Safenectomia

(bilaterale) € 3.875,00  si 6.554,00                2.679,00

 

01130230

Cesareo € 6.000,00               NO                                                ///

01130240

Varicocele   € 2.840,00       si 3.067,00         227,00

 

===========================================================================================

================================================================================================

 

 TABELLA INTERVENTI CHIRURGICI CON RIMBORSO FORFETTARIO OSPEDALE SAN GIUSEPPE

========================================================================================

 

Codice

e Descrizione  Importo Casagit    Proposta struttura       Differenza a carico del socio

 

 

01130011

Adenotonsillectomia  € 2.850,00    € 3.705,00                € 855,00

 

Appendicectomia   € 3.620,00     € 4.706,00                  € 1.086,00

01130066

Asportazione

di cataratta

con introduzione

di cristallino  € 2.590,00     € 3.367,00                   777,00

 

01130077

Colecistectomia

laparoscopica   € 5.430,00    € 7.059,00                    € 1.629,00

01130088

Emorroidectomia € 3.650,00   € 4.745,00                     € 1.095,00

1130100

Ernia

Inguinale

semplice     € 3.360,00     € 4.368,00                       € 1.008,00

01130110

Fimosi       € 1.550,00     € 2.015,00                       € 465,00

01130120

Fistola

Anale        € 3.360,00      € 4.368,00                       € 1.008,00

01130150

Parto

per via

naturale  € 3.615,00       € 4.699,50                         € 1.084,50

01130180

Raschiamento

Endouterino

Diagnostico

e terapeutico € 2.065,00  € 2.684,50                           € 619,50

01130200

Rinosettoplastica

funzionale    € 4.135,00   € 5.375,50                          € 1.240,50

01130210

Safenectomia

monolaterale) € 3.100,00  € 4.030,00                          € 930,00

01130220

Safenectomia

(bilaterale) € 3.875,00  € 5.037,50                           € 1.162,00

01130230

Cesareo    € 6.000,00   € 7.800,00                            € 1.800,00

01130240

Varicocele € 2.840,00  € 3.692,00                              € 852,00

 

Infine, le cliniche e gli ospedali che non aderiscono all’accordo convenzionale (ad esempio l’Istituto Galeazzi e molti altri) faranno pagare l’intera prestazione al socio, che poi si farà rimborsare l’importo dalla Casagit. Ma attenzione: il rimborso sarà quello previsto dal tariffario Casagit (quello che nella tabella qui sopra è sotto la voce IMPORTO CASAGIT). Perciò se la struttura sanitaria sta in quei limiti, avrete il rimborso completo, altrimenti dovrete versare la differenza. Per quanto riguarda la clinica Mangiagalli la situazione è alquanto fluida nel senso che sono in corso trattative per raggiungere un nuovo accordo. Nel frattempo chi va in Mangiagalli lo fa in forma indiretta. La struttura applica  le tariffe concordate nel 2004 e scadute nel 2007 fino a nuovo rinnovo contrattua.

La situazione complessiva in Lombardia varia di giorno in giorno.

Per avere il quadro completo e aggiornato, fate riferimento ai nostri uffici. Anche perchè per lo stesso intervento le strutture applicano <tariffe> diverse (scusate il linguaggio commerciale)e non tutte le strutture effettuano tutti gli interventi previsti nel pacchetto.

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

 

Cari colleghi, e colleghe, non e’ finita: colgo l’occasione per mandarvi un promemoria generale che spero sia utile:

                                   RIMBORSI

       LA  REGOLA DEI 90 GIORNI

                              Come sapete, dal 1° gennaio 2010 la Casagit rimborsa solo le spese documentate entro il trimestre.

                            Quindi, vale la pena di appuntarsi le scadenze con un certo anticipo in agenda:

       es.:- entro il 30 giugno inviare le spese sostenute nel 1° trimestre 2010 ;

        – entro il 30 settembre inviare le spese sostenute nel 2° trimestre 2010

        – entro il 30 dicembre inviare le spese sostenute nel 3° trimestre 2010.

 E’ consigliato fare fotocopia delle spese mediche sostenute PRIMA DI INVIARE O CONSEGNARE alla Consulta Casagit i relativi originali, corredati dal modulo di richiesta concorso spese dal modulole prestazioni odontoiatriche, nel caso di cure dentistiche, o dal modulo di Richiesta prestazioni fisioterapiche (scaricabili dal sito www.casagit.it<http://www.casagit.it/>).

       FOTOCOPIE OBBLIGATORIE

           Conservate per almeno 5 anni (termine richiesto per eventuali controlli fiscali) le fotocopie relative a ogni invio di richiesta di rimborso. Vi serviranno:

1) per detrarre dalla dichiarazione dei redditi il 19% della spesa non rimborsata dalla Casagit al titolare della posizione e l’intero ammontare della spesa sostenuta per i familiari se pagate il relativo contributo Casagit;

 

2) per documentare agli uffici Casagit le spese effettivamente sostenute in caso di smarrimento o errori nella pratica.

 

 

 

RICHIESTA DI CONCORSO SPESE Casagit rimborsa anche in caso di cifre esigue, non occorre cioè raggiunere una certa somma per chiedere il rimborso

N.B: se dimenticate di presentare domanda di rimborso entro il trimestre di competenza, non sarete più rimborsati. Non fate come un collega (e amico) che ha tenuto nel cassetto le ricevute mediche del 2007 e del 2008 e pretendeva che il mio intervento (da amico- fiduciario!) gli facesse ottenere i rimborsi a tempo massimo scaduto. Non e’ stato, ovviamente, possibile e mi sono beccato un sacco di improperi…

 

                              MEDICINALI

 

                           Medicinali di fascia <A> (Per i quali è richiesto il pagamento del ticket)

 

•Rimborso previsto: 100% dell’eventuale ticket a carico dell’assistito.

•Documentazione da inviare: originale dello scontrino fiscale (meglio, inoltre, fotocopiarlo per evitare lo scolorimento della carta termica) e fotocopia della prescrizione medica.

•Detrazioni fiscali per i familiari: per portare in detrazione fiscale la quota ticket, munirsi della fotocopia della prescrizione e accertarsi che nello scontrino sia riportato il codice fiscale.

•Consigli utili: nella farmacopea italiana esistono dei farmaci di fascia “A” che sono mutuabili solo per alcune patologie. Si consiglia pertanto di consultare sempre il medico di base prima di ogni acquisto.

                          Medicinali di fascia <C>

 

•Rimborso previsto: 80% della spesa sostenuta.

•Documentazione da inviare: originale dello scontrino fiscale parlante (indicante i farmaci nel dettaglio), codice a barre o fustella e prescrizione medica.

•Detrazioni fiscali: per portare in detrazione l’intera spesa per i familiari o la quota non rimborsata del 20% per il socio titolare, prima dell’acquisto dei farmaci, munirsi della fotocopia della prescrizione medica e accertarsi che nello scontrino fiscale sia riportato il codice fiscale.

Prodotti omeopatici e galenici

•Rimborso previsto: 80% della spesa sostenuta fino a un tetto max di € 500 e un massimo di 8 visite l’anno per assistito.

•Documentazione da inviare: originale dello scontrino fiscale parlante (indicante tutti i prodotti acquistati), prescrizione medica con diagnosi, posologia e periodo di somministrazione, codice a barre o fustella (ove presente).

•Consigli utili: in caso di terapie di lungo corso, dove l’omeopata rilascia un’unica prescrizione medica iniziale, che richiede più acquisti nel tempo, utilizzare per ogni acquisto una fotocopia della prescrizione medica originale ed applicare ogni volta il relativo scontrino fiscale parlante e, ove possibile, il codice a barre.

 

Parafarmaceutici, integratori alimentari, vitamine e altri prodotti

 

Per i seguenti prodotti non è previsto il rimborso delle relative spese da parte della Cassa:

Parafarmaceutici,

Integratori alimentari,

Oligoelementi,

Vitamine naturali e consimili,

Fitoterapici

Novità: dal 2010, per i soli soci affetti da patologie oncologiche, è previsto il rimborso dei prodotti strettamente connessi alla patologia nella cui prescrizione deve essere indicata la patologia stessa e la funzione terapeutica del prodotto.

 

Consigli utili: accertarsi dell’eventuale esistenza in commercio di medicinali di fascia ,<C> aventi le stesse funzioni terapeutiche.

 

                            VISITE SPECIALISTICHE

 

•Rimborso previsto: € 80 a visita.

•Documentazione necessaria: insieme alla fattura rilasciata dallo specialista, occorre inviare la prescrizione da richiedere preventivamente al medico di base o al medico specialista curante.

 Le ricevute relative alle visite specialistiche se emesse dalle macchinette automatiche devono essere necessariamente corredate dalla prescrizione medica.

Eccezioni: NON occorre la prescrizione.

                                       per le visite ginecologiche,

                                       pediatriche,

                                       oncologiche,

                                       omeopatiche

                                       e cardiologiche

                     Non occorre, inoltre, la prescrizione per le visite richieste da soci e assistiti ultra 75enni.

______________________________________________________________________________________________________

 

 Tetti per visite specialistiche

Dietologiche: 6 visite all’anno;

Omeopatiche: 8 visite all’anno;

Psichiatriche: 12 visite all’anno.

Attenzione:

Casagit non prevede rimborsi per:

 visite medico-sportive,

 medico-legali,

visite per idoneità alla guida,

odontoiatriche,

podologiche,

osteopatiche,

chiropratiche,

medico generiche.

______________________________________________________________________________________________________

                                   ACCERTAMENTI DIAGNOSTICI

Accertamenti a carico del S.S.N.

•Rimborso previsto: quota del ticket.

•Documentazione da inviare: originale della fattura delle prestazioni effettuate.

Consigli utili: chiedere preventivamente al medico di base la prescrizione degli esami da effettuare. Verificare se, in base all’età, al reddito o alla patologia è prevista la totale gratuità delle prestazioni.

Attenzione: se gli accertamenti rimborsabili dal S.S.N. saranno effettuati in strutture non accreditate con il S.S.N., sarà comunque rimborsata la sola quota del ticket.

     I tickets emessi dalle macchinette automatiche, dagli uffici cassa degli ospedali o dalle banche per il pagamento dei tickets, devono essere corredati dalla fotocopia della precrizione medica. Anche per ottenere il rimborso delle ricevute per accertamenti e prestazione varie pagate con importo intero e emesse dalle macchinette automatiche, dagli uffici cassa degli ospedali o dalle banche, vale la stessa normativa. Gli accertamenti non convenzionati con il S.S.N. saranno rimborsati in base al tariffario, consultabile nel sito <http://www.casagit.it/> www.casagit.it<UrlBlockedError.aspx>.

ATTENZIONE: Casagit non rimborsa gli accertamenti per check-up.

______________________________________________________________________________________________________

                         RICOVERI

 Cosa fare prima del ricovero

Consigli utili:

     •Accertarsi che il chirurgo scelto sia negli elenchi dei medici convenzionati Casagit (controllare nel sito www.casagit.it<http://www.casagit.it>), ma soprattutto chiedere ai nostri uffici di viale Montesanto a Milano. Un’attenzione particolare merita il Niguarda: controllare sempre che il chirurgo sia convenzionato!!!!.

     •Se il chirurgo non è convenzionato informarsi sul costo dell’intervento, compresi gli onorari  dell’equipe chirurgica.

    •Se la scelta ricade su una struttura convenzionata, verificare gli oneri a carico del socio. Oltre ai servizi aggiuntivi opzionali e a pagamento, è possibile che in alcune strutture ci sia una franchigia per la retta di degenza. E’ consigliabile quindi informarsi prima e direttamente con la struttura prescelta.

      •Se invece la scelta ricade su una struttura non convenzionata, per avere evidenza dell’impegno di spesa, chiedere un preventivo e confrontarlo con quanto prevede il nostro tariffario.

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

Interventi di chirurgia plastica ricostruttiva e/o funzionale

                        Per ottenere il concorso della Cassa, sia in strutture con convenzione diretta sia in indiretta, è indispensabile chiedere la preventiva autorizzazione.

Come ottenere l’autorizzazione:

 •Inviare alla Direzione generale una dettagliata relazione dello specialista attestante la patologia.

•Produrre documentazione clinica e radiografica/fotografica, che dimostri la necessità funzionale e terapeutica dell’intervento.

•Presentarsi all’eventuale visita preliminare, richiesta dalla Casagit, con tutta la documentazione che accerti il fine funzionale dell’intervento.

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

                       ALZHEIMER E PATOLOGIE DEGENERATIVE

  I rimborsi Casagit per l’assistenza sono pari a 40 € al giorno (in linea con il costo mensile previsto dal CCNL per Colf e Badanti).

                                 CURE ODONTOIATRICHE

Se si ricorre a un dentista non convenzionato, per ottenere il rimborso Casagit bisogna far compilare al professionista l’apposito modulo per cure odontoiatriche (scaricabile dal sito Casagit), farlo firmare e timbrare e allegarlo alla fattura. Il rimborso avverrà secondo tariffario.

NOTA: è stato eliminato il concorso spese – nella misura del 50% – per il rifacimento protesico tra il 2° e il 5° anno. 

 Casagit non rimborsa più interventi di courettage (prevenzione della piorrea) ma è stata introdotta la nuova voce di rimborso <igiene orale> che prevede un concorso di spesa di € 50,00 per anno solare per assistito.

              CURE FISIOTERAPICHE E RIABILITATIVE

Dal 1° marzo 2010 è stato introdotto un rimborso massimo per seduta di 50 € o 30 € con un numero massimo di sedute variabile in funzione del livello di disabilità (cronica / acuta / acuta lieve/ funzionale). Tutti i dettagli di classificazione e dei rimborsi sono consultabili nel sito www.casagit.it<http://www.casagit.it/> alla voce <terapie riabilitative>.

Per ottenere il concorso della Cassa per queste prestazioni è necessario presentare:

•modulo di Richiesta prestazioni fisioterapiche compilato dal medico.

°eventuali Rmn, Tac, Eco, lastre

 •fattura nella quale devono essere indicati il numero e le date delle sedute.

 ______________________________________________________________________________________________________

                      Prestazioni varie

•agopuntura a scopo terapeutico

•corso di preparazione al parto

•drenaggio linfatico manuale (solo in corso di edema post-chirurgico degli arti come esito di interventi oncologici)

•logoterapia

•manipolazioni vertebrali (manu medica)

•ossigeno-ozonoterapia (solo per patologie articolari e reumatiche e nel trattamento delle ernie discali)

•shiatsuterapia

•terapia iperbarica

•terapia occupazionale

•trattamento osteopatico e/o chiropratico

 

 

Per ottenere il concorso della Cassa per queste prestazioni è necessario presentare:

•prescrizione medica con indicazione della diagnosi in base alla quale viene ritenuto opportuno il ricorso alle terapie stesse.

•fattura nella quale devono essere indicati il numero e le date delle sedute.

 

                                LENTI

      Ogni 24 mesi il socio Casagit (ATTENZIONE solo il socio, non i familiari) matura il diritto all’acquisto di nuovi occhiali e lenti correttive; i familiari avranno diritto al rimborso delle lenti ogni 36 mesi. I minori fino a 18 anni ogni 12 mesi.

                 PROTESI TUTORI ORTOPEDICI E PRESIDI TERAPEUTICI

    Casagit rimborsa sino all’80% della spesa sostenuta per l’acquisto di protesi, tutori ortopedici e presidi terapeutici, ma fino a un tetto di spesa e temporale (chiedere lumi alle nostre impiegate, anche per i rimborsi per plantari e calzature ortopediche, calze elastiche e cinti erniari).

  Per ottenere il concorso della Cassa il socio deve presentare:

        •prescrizione medica da cui risulti la necessità del ricorso alla prestazione. In caso di acquisto di protesi acustica deve essere fornito anche il referto dell’esame audiometrico;

         •fattura con l’indicazione delle forniture effettuate e, in caso di acquisto di protesi acustica singola, indicazione dell’orecchio protesizzato.

                                       CONTRIBUTI

 

     Coniugi a carico – Al fine di godere dell’esenzione della quota (che per il 2010 è di 972 euro) è necessario che il coniuge/convivente abbia un reddito inferiore al limite di esenzione (10.336,61 euro per il 2009 e 10.367,62 euro per il 2010). Per reddito si intende sia quello da lavoro, sia le rendite immobiliari esclusa la prima casa, dimostrabile con la dichiarazione dei redditi. Il socio è tenuto a <comunicare immediatamente alla Casagit>’ le variazioni che, nel corso dell’anno, comportino la perdita dei requisiti per l’esenzione dal pagamento dei contributi.

            Contributo aggiuntivo per familiari a carico (MAV) e sconto per il nucleo familiare

       Restano confermate, come vi sarete accorti,  le quote di contributo aggiuntivo per i  familiari a carico introdotte nel 2009. Casagit ha provveduto a inviare il bollettino (MAV) per il pagamento bancario o postale della quota relativa al 1° trimestre 2010. Contestualmente, rivolgendosi al proprio sportello bancario, può essere attivata la procedura Rid per i trimestri successivi in modo che l’istituto di credito presso il quale avete il C/C provveda automaticamente a pagare la quota mensile dovuta.

     Novità – Qualora nello stesso nucleo familiare insistano sia il contributo aggiuntivo per il nucleo familiare (il cosiddetto MAV ora pagabile come RID) sia un contributo aggiuntivo individuale (per figli maggiori di 26 anni e/o parenti entro il terzo grado), su quest’ultimo viene applicata una riduzione del 10% (in caso di più contributi aggiuntivi individuali l’abbattimento verrà applicato solo sul contributo più alto).

______________________________________________________________________________________________________                                                                                               

 

                       CASAGIT E VANTAGGI FISCALI

 

Sono ormai prossimi i termini per la presentazione della dichiarazione dei redditi. Le persone fisiche che dovranno pagare l’Irpef 2010 dovranno predisporre la dichiarazione dei redditi 2010 per il pagamento delle tasse dell’anno 2009 entro la scadenza del 30 aprile 2010, se il modello è presentato al sostituto d’imposta, o del 31 maggio, se il modello viene inviato o presentato al centro di assistenza fiscale CAF o ad un professionista abilitato, in modo da effettuare l’eventuale pagamento delle tasse con modello F24.

 

Da quest’anno, per i giornalisti soci di Casagit, ci sono importanti novità. Eccole in sintesi.

 

                    Più detrazioni per chi ha pagato il Mav

 

Il pagamento del <contributo nucleo familiare> (Mav) aggiuntivo per familiari a carico comporta  un beneficio fiscale non irrilevante.

Si possono portare, infatti, in detrazione fiscale tutte le spese sanitarie sostenute per i familiari ai quali il contributo si riferisce e quindi anche quanto Casagit, in parte o totalmente, ha rimborsato. Analogamente, resta sempre valido il principio che si possono portare interamente in detrazione anche le spese sanitarie sostenute dai soci volontari o capitari, come il coniuge, e rimborsate dalla Casagit.

 

I soci contrattualizzati e pensionati, i cui contributi destinati a Casagit vengono prelevati direttamente in busta paga o nella pensione, godono della deducibilità fiscale alla fonte da parte del datore di lavoro o dell’Inpgi fino al limite massimo di € 3.615,20 (Art. 51, comma 2° del TU delle imposte sui redditi).

La parte di contributo che eccede il limite suddetto concorre alla formazione del reddito di lavoro e di conseguenza va assoggettata ad imposizione fiscale.

 

Le spese sanitarie sostenute a fronte del versamento di un contributo <obbligatorio>, come nel caso di soci contrattualizzati e pensionati, possono essere portate in <detrazione> sull’imposta solamente:

 

 *   per la parte rimasta effettivamente a carico del Socio e non rimborsata dalla Casagit;

 *   per la parte rimborsata dalla Casagit, ma esclusivamente in misura proporzionale alla quota di contributo versato eccedente il limite di € 3.615,20, rispetto al totale del contributo versato.

                                                 Quale documentazione serve per detrarre le spese?

 Occorre produrre al commercialista o al Caf la fotocopia delle spese sostenute e le distinte di liquidazione trasmesse da Casagit. Prima di spedire gli originali a Casagit, conviene pertanto conservare tutte le fotocopie delle fatture inviate per la richiesta di rimborso.

 Per recuperare le distinte di liquidazione eventualmente smarrite basta

 1) entrare nell’ <area riservata> dei soci nel sito internet. Chi avesse smarrito la password ne può fare richiesta anche via mail scrivendo alla seguente casella di posta elettronica: ars_webmaster@casagit.it<mailto:ars_webmaster@casagit.it> o telefonando al numero 06.54883237 dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.30.

Casagit non può fare le fotocopie: nel 2009 le pratiche sono state 90mila circa e non è umanamente pensabile inviare le copie.

   2) rivolgersi ai nostri uffici di viale Montesanto (sede della consulta regionale) e chiedere aiuto alle nostre tre valide collaboratrici.

======================================================================================================

Grazie per la pazienza.

Molto presto vi disturbero’ ancora con un’altra mail contenente l’elenco aggiornato di tutte le strutture e medici convenzionati della Lombardia.

In attesa che l’elenco finisca sul sito dell’Associazione Lombarda Giornalisti e sul nuovo numero di Giornalismo, potrete consultarlo direttamente in casa.

Saluti

Costantino Muscau

fiduciario Casagit

con la collaborazione e supporto dei due vice Domenico Affinito e Paolo Costa, degli altri due membri della consulta lombarda, Giovanni Negri e Renzo Magosso, della signora Rosa Gruosso, andata in pensione il 31 marzo, di Isabella Mondino e Paola Dolcini